martedì 3 maggio 2011

Archiviazione

Apprendiamo con rammarico la notizia dell'archiviazione dell'inchiesta sull'aggressione subita da Severino Tesio la notte di capodanno.
Le indagini del comandante della locale stazione dei carabinieri non sono riuscite ad individuare alcun colpevole e solamente la scorsa settimana il sindaco e la sua giunta hanno minimizzato sull'accaduto dopo che in Consiglio Comunale è stata presentata un'interrogazione da parte della minoranza in merito al riprovevole accadimento.
Il Circolo Legambiente Villafranca Piemonte è indignato per l'accaduto, per la totale mancanza di giustizia e per il velo di omertà che ha caratterizzato la vicenda in paese.
Siamo vicini a Severino e alla sua famiglia.
Riportiamo sotto il comunicato stampa di Legambiente regionale. Qui potete trovare la notizia uscita su ansa.it e qui quella riportata su cuneocronaca.it.

Torino, 30 maggio 2011
Comunicato stampa

ARCHIVIAZIONE DELL'AGGRESSIONE AL PRESIDENTE DEL CIRCOLO DI LEGAMBIENTE DI VILLAFRANCA PIEMONTE AVVENUTA LO SCORSO 31 DICEMBRE 2010
LEGAMBIENTE: "SIAMO RAMMARICATI PER LA MANCATA INDIVIDUAZIONE DEL COLPEVOLE E PER IL CLIMA DI OMERTA' E VIOLENZA CHE SI E' VENUTO A CREARE A VILLAFRANCA PIEMONTE"

Si conclude con nessun risultato l'indagine per individuare il colpevole dell'aggressione a Severino Tesio, allora presidente del circolo di Legambiente di Villafranca Piemonte, avvenuta la notte del 31 dicembre scorso durante la festa di capodanno organizzata al Palazzetto dello sport di Villafranca Piemonte a seguito di una discussione avvenuta con il Sindaco ed un Consigliere Comunale del Paese. Dopo poco più di 100 giorni dall'aggressione il caso è stato archiviato senza l'individuazione di nessun colpevole.
"Siamo rammaricati e sconcertati per la mancata risoluzione del caso che a visto Severino Tesio vittima dell'aggressione - denunciano i vertici locali e regionali di Legambiente - Ci stupisce che nonostante l'aggressione sia avvenuta davanti a un buon numero di persone, nessuno abbia visto il colpevole. Questo clima di violenza e omertà che si è venuto a creare in paese è un fatto grave e preoccupante".
"L'Associazione tutta esprime la propria vicinanza e calorosa solidarietà a Severino Tesio e a tutta la sua famiglia - conclude Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Nazionale di Legambiente - sperando che questi singoli atti di violenza non scoraggino le persone che si impegnano con serietà, senso di responsabilità e rispetto per la legge per le problematiche ambientali.

Ufficio stampa Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta
Fabio Dovana 392.9935376
www.legambientepiemonte.it