domenica 27 luglio 2008

TANTI AUGURI!!!

Ieri (26 luglio) Vale ha raggiunto la soglia dei 24 anni
mentre il "fratello" Christian quella dei 22+10
AUGUUUURIII!!!

sabato 19 luglio 2008

DETTO POPOLARE...

...del MAIALE non si butta niente!!!

Per rimanere in tema maiale,
gustate la vigna che segue...
...lieto PAESAGGIO!!!

venerdì 18 luglio 2008

giovedì 17 luglio 2008

PREMIO!!!

Prima delle ultime elezioni politiche
il BRAVO-BRAVO vignettista Franzaroli
aveva indetto un concorso:
"Vinci una mia vigna se indovini chi vince le elezioni!"
Purtroppo non mi ero sbagliato a votare lo psiconano...
questa è la mia vigna premio!

sabato 12 luglio 2008

venerdì 11 luglio 2008

QUANDO PENSO A B...

...ERLUSCONI
ogni cosa mi va giù e non mi si rizza più!!!
Ascoltate (o riascoltate) uno storico Benigni.

lunedì 7 luglio 2008

I FRUTTI ROSSI

Inaugurata venerdì scorso a Moretta (CN)
la pasticceria, gelateria, bar
di Diego, Martina e Betta!
IN BOCCA AL LUPO!
Questo qui sopra è parte del biglietto da visita griffato
Deborina StarGraf + chececo

sabato 5 luglio 2008

INCHIOSTRO SOTTOPELLE!

...gnhnnnnnhnnnn, fastidio e qualcosa che ti prende allo stomaco!
Vale per prima (altrimenti scappa), Alex e poi chececo!

venerdì 4 luglio 2008

LE COSE DELL'AMORE

E allora solo l’amore, con la vibrazione delle sue folgorazioni, può favorire quel cedimento della mente che è necessario, perché la roccaforte della ragione, a differenza del cuore, è incapace di sfiorare la verità senza possederla. Infatti, come scrive il teologo greco-ortodosso Christos Yannaras:
Se ti sei innamorato una volta, sai ormai distinguere la vita da ciò che è supporto biologico e sentimentalismo, sai ormai distinguere la vita dalla sopravvivenza. Sai che la sopravvivenza significa vita senza senso e sensibilità, una morte strisciante: mangi il pane e non ti tieni in piedi, bevi acqua e non ti disseti, tocchi le cose e non le senti al tatto, annusi il fiore e il suo profumo non arriva alla tua anima. Se però l’amato è accanto a te, tutto, improvvisamente, risorge, e la vita ti inonda con tale forza che ritieni il vaso di argilla della tua esistenza incapace a sostenerla. Tale piena della vita è l’eros. Non parlo di sentimentalismi e di slanci mistici, ma della vita, che solo allora diventa reale e tangibile, come se fossero cadute squame dai tuoi occhi e tutto, attorno a te, si manifestasse per la prima volta, ogni suono venisse udito per la prima volta, e il tatto fremesse di gioia alla prima percezione delle cose. Tale eros non è privilegio né dei virtuosi né dei saggi, è offerto a tutti, con pari possibilità. Ed è la sola pregustazione del Regno, il solo reale superamento della morte. Perché solo se esci dal tuo Io, sia pure per gli occhi belli di una zingara, sai cosa domandi a Dio e perché corri dietro di Lui.
(Le Cose Dell’Amore - Umberto Galimberti)

Per Sabina, Mirella, Paolo e per chi ha ancora il coraggio di innamorarsi!

giovedì 3 luglio 2008

I complicati pretesti del come

...la vita nelle tasche
come laghi chiusi in vasche

trabocca per natura
non la puoi arrestare.
Lo scopri solo dopo
che amarsi dal silenzio
non è tanto un’impresa
vittoria contro resa...